Il sentiero dell’arte

V-artistica1

L’arte visiva è stato il nostro primo approccio verso la via della comunicazione simbolica e l’espressione attraverso la quale abbiamo iniziato a proporci al pubblico.
Le nostre immagini, dipinte, disegnate o scolpite, hanno sempre attirato la curiosità e l’attenzione per i molti particolari proposti, ma soprattutto per la caratteristica di attirare in qualche modo l’attenzione degli osservatori, a volte affascinati, a volte inquietati verso qualcosa di mistico, qualcosa che penetrava nell’animo come se quel particolare, o anche tutto l’insieme, risvegliasse nell’osservatore sensazioni, emozioni o impressioni che in qualche modo lo rendevano parte dell’opera.
Da qui, abbiamo notato che l’esigenza di conoscere l’interpretazione dell’autore passava in secondo piano, perché l’osservatore stesso entrava nella condizione di potere essere lui stesso l’autore e attribuire all’opera una singolare e personale interpretazione.
Per questo abbiamo iniziato a considerare le nostre opere visive parte di quell’insieme di una nuova energia che tende a unire anziché dividere, e a cogliere l’occasione per lasciare che ogni figura, immagine, particolare e parola relativa all’opera, divenisse per chi osserva, spunto di riflessione.
Le opere, accompagnate da una loro voce personale, divengono così icone e ideogrammi che si fondono alla nostra filosofia, dove libertà di pensiero e indipendenza dai vincoli lasciano spazio a ciò che siamo e al nostro divenire.

 

 

Lascia un Commento